Risposte Res

Convegno sulle demenze ad esordio tardivo. Un bisogno del territorio

convegno
0

Spesso in passato, noi di AgenziaRES, ci siamo occupati del tema demenze senili e Alzheimer. In un nostro articolo vi abbiamo presentato una nostra indagine sull’incidenza della malattia di Alzheimer e demenze senili nel territorio di Fermo.

Ora vogliamo dare delle risposte concrete che secondo noi potrebbero aiutare le persone che quotidianamente si trovano ad interagire con queste malattie. Spesso abbiamo sostenuto la povertà dei servizi rivolti alle demenze senili o la loro totale assenza sul nostro territorio. Per questo abbiamo deciso di organizzare un convegno di formazione aperto sia alle figure professionali, sia ai caregiver generici e ai familiari delle persone affette da queste malattie. Il nostro obbiettivo è quello di offrire una riflessione e nuove indicazioni soprattutto per quanto riguarda le metodologie di intervento.

“Prendersi cura della persona con demenza ad esordio tardivo: conoscenza, approcci ed esperienze” è il titolo del convegno che si terrà sabato 6 maggio presso il Teatro Nuovo di Capodarco a Fermo. L’evento formativo sarà introdotto da una nostra ricerca che fotografa la situazione dei pazienti presi in carico dai servizi dell’Area Vasta 4. A questa seguirà un intervento del dott. Demetrio Postacchini (primario di geriatria all’INRCA di Fermo) sul lavoro psico-sociale finalizzato a sostenere l’azione del caregiver con il paziente con demenza. Lo scopo è quello di ragionare sulle caratteristiche generali dell’intervento che i servizi del nostro territorio offrono per queste malattie.

Verranno poi presentati due approcci, Validation e Gentlecare. che hanno lo scopo di mantenere il senso di benessere nella persona anziana, e sono finalizzati all’accoglienza e all’accettazione del mondo emotivo dell’anziano. Abbiamo già parlato (in questo articolo abbiamo descritto più approfonditamente i due approcci) di questi due metodi per relazionarsi con le persone affette da demenza senile. Al convegno questi due approcci saranno presentati dalla dott.ssa Cinzia Siviero (per il metodo Validation) e la dott.ssa Elena Bortolomiol (per il metodo Gentlecare).

Nella parte finale del convegno ci sarà una tavola rotonda moderata dal giornalista Andrea Braconi, dove si parlerà della riorganizzazione del sistema d’intervento territoriale per le demenze e del bisogno percepito dalle famiglie.

Parteciperanno il dott. Vincenzo Rea (dirigente del Distretto Sanitario di Fermo), il dott. Mario Signorino (Direttore responsabile del Reparto di Neurologia dell’Ospedale di Fermo), il Dott. Masera (segretario della Fondazione Masera), la Dott.ssa Pacassoni (Coordinatrice del Centro diurno Margherita di Fano di cui abbiamo parlato in questo articolo), il Dott. Cestarelli (presidente dell’Afma) e il Dott. Ranieri (coordinatore dell’Ambito Sociale XIX).

L’evento formativo è rivolto ai familiari e caregiver generici, assistenti sociali, operatori e figure professionali dei servizi per anziani ed anche soggetti che intendono orientare un proprio percorso professionale all’interno di tali servizi. Il convegno sarà accreditato nell’ambito del sistema ECM (4 crediti formativi) e sono stati richiesti crediti per l’ordine degli Assistenti Sociali.

Il convegno è patrocinato dal Comune di Fermo, dalla Casa di riposo “Marchese Alberto Monsignami Sassatelli”, dal presidio ospedaliero e di ricerca INRCA di Fermo e dall’Area Vasta 4.

Abbiamo deciso di organizzare questo convegno come primo passo per costruire una coscienza collettiva che sappia diffondere l’idea che è possibile restituire la dignità a chi a poco a poco sta perdendo le abilità cognitiva di tutta una vita.

 

Per maggiori informazioni e per scaricare i moduli di iscrizione per i crediti ECM andate qui.

You may also like
Imprese di qualità. Quando la gestione della qualità si fa sistema
L’arte di fare riunioni (secondo AgenziaRes)

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage