Laboratorio di apprendimento

Quattro benefici per la salute dati dagli abbracci

abbracci

Per molte persone, la cosa che è mancata di più durante la pandemia è poter abbracciare i propri cari. In effetti, è stato solo quando abbiamo perso la capacità di abbracciare amici e familiari che molti si sono resi conto di quanto sia importante il tocco per molti aspetti della nostra salute, inclusa la nostra salute mentale.

Ma ora che i piani di vaccinazione sono stati avviati e le restrizioni iniziano ad allentarsi in gran parte del Regno Unito, molte persone vorranno riabbracciarsi. E la buona notizia è che gli abbracci non solo fanno sentire bene, ma hanno anche molti benefici per la salute.

Il motivo per cui gli abbracci fanno sentire così bene ha a che fare con il nostro senso del tatto. È un senso estremamente importante che ci permette non solo di esplorare fisicamente il mondo che ci circonda, ma anche di comunicare con gli altri creando e mantenendo legami sociali.

Touch è costituito da due sistemi distinti. Il primo è il “fast-touch”, un sistema di nervi che ci permette di rilevare rapidamente il contatto (ad esempio, se una mosca ti è atterrata sul naso, o hai toccato qualcosa di caldo). Il secondo sistema è “slow-touch”. Questa è una popolazione di nervi scoperti di recente, chiamati afferenti c-tattili, che elaborano il significato emotivo del tatto.

Queste afferenze c-tattili si sono essenzialmente evolute per essere “nervi coccole” e sono tipicamente attivate da un tipo di stimolazione molto specifico: un tocco delicato a temperatura cutanea, il tipo tipico di un abbraccio o di una carezza. Vediamo le afferenze c-tattili come lo stadio di input neurale nel segnalare gli aspetti gratificanti e piacevoli delle interazioni tattili sociali come l’abbraccio e il contatto.

Il tatto è il primo senso che inizia a lavorare nell’utero (circa 14 settimane). Dal momento in cui nasciamo, la dolce carezza di una madre ha molteplici benefici per la salute, come l’abbassamento della frequenza cardiaca e la promozione della crescita delle connessioni delle cellule cerebrali.

Quando qualcuno ci abbraccia, la stimolazione delle afferenze c-tattili nella nostra pelle invia segnali, attraverso il midollo spinale, alle reti di elaborazione delle emozioni del cervello. Ciò induce una cascata di segnali neurochimici, che hanno dimostrato benefici per la salute. Alcuni dei neurochimici includono l’ormone ossitocina, che svolge un ruolo importante nel legame sociale, rallenta la frequenza cardiaca e riduce i livelli di stress e ansia. Il rilascio di endorfine nei percorsi di ricompensa del cervello supporta le sensazioni immediate di piacere e benessere derivate da un abbraccio o una carezza.

L’abbraccio ha un effetto così rilassante e calmante che giova anche alla nostra salute in altri modi.

Migliora il nostro sonno: dai benefici del dormire insieme ai bambini alle coccole del tuo partner, è noto che il tocco delicato regola il nostro sonno, poiché abbassa i livelli dell’ormone cortisolo. Il cortisolo è un regolatore chiave del nostro ciclo sonno-veglia, ma aumenta anche quando siamo stressati. Quindi non c’è da meravigliarsi se alti livelli di stress possono ritardare il sonno e causare schemi di sonno frammentati o insonnia.

Riduce la reattività allo stress: oltre alle sensazioni rilassanti e piacevoli immediate fornite da un abbraccio, il contatto sociale ha anche benefici a lungo termine per la nostra salute, rendendoci meno reattivi allo stress e costruendo resilienza.

Nutrire il tocco, durante i primi periodi di sviluppo, produce livelli più elevati di recettori dell’ossitocina e livelli più bassi di cortisolo nelle regioni del cervello che sono vitali per la regolazione delle emozioni. I bambini che ricevono alti livelli di contatto nutritivo crescono per essere meno reattivi ai fattori di stress e mostrano livelli più bassi di ansia.

Aumenta il benessere e il piacere: nel corso della nostra vita, il contatto sociale ci unisce e aiuta a mantenere le nostre relazioni. Come notato, questo è perché rilascia endorfine, il che ci fa vedere gli abbracci e il tocco come gratificanti. Il tatto fornisce la “colla” che ci tiene insieme, alla base del nostro benessere fisico ed emotivo.

E quando si desidera il tocco, i benefici sono condivisi da entrambe le persone nello scambio. In effetti, anche accarezzare il tuo animale domestico può avere benefici sulla salute e sul benessere, con livelli di ossitocina in aumento sia nell’animale che nel proprietario.

Potrebbe aiutarci a combattere le infezioni: attraverso la regolazione dei nostri ormoni, tra cui ossitocina e cortisolo, toccare e abbracciare può anche influenzare la risposta immunitaria del nostro corpo. Mentre alti livelli di stress e ansia possono sopprimere la nostra capacità di combattere le infezioni, le relazioni strette e di supporto avvantaggiano la salute e il benessere.

La ricerca suggerisce anche che le coccole a letto potrebbero proteggerci dal comune raffreddore. Monitorando la frequenza degli abbracci tra poco più di 400 adulti che sono stati poi esposti a un comune virus del raffreddore, i ricercatori hanno scoperto che gli “abbracci” hanno vinto a mani basse avendo meno probabilità di prendere il raffreddore. E anche se l’avessero fatto, avevano sintomi meno gravi.

Abbracciare

Sebbene sia importante continuare a proteggerci, è altrettanto importante non rinunciare per sempre agli abbracci. È noto che l’isolamento sociale e la solitudine aumentano le nostre possibilità di morte prematura e forse la ricerca futura dovrebbe indagare se è la mancanza di abbracci o di contatto sociale a causare questo. Il tatto è un istinto che è benefico a tutto tondo per la nostra salute mentale e fisica , quindi dovremmo celebrare il suo ritorno.

Certo, non tutti bramano un abbraccio. Quindi, per coloro che non lo fanno, non c’è motivo di preoccuparsi di perdere i benefici degli abbracci, poiché è stato dimostrato che anche concedersi un abbraccio regola i processi emotivi e riduce lo stress.


Traduzione dell’articolo di Francis McGlone e Susannah Walker per The Conversation

Fonte originale dell’articolo

Immagine: Donna foto creata da nakaridore – it.freepik.com

You may also like
educazione
Educazione VS. Covid: come la pandemia può stimolare l’innovazione educativa
cervello
Come fa il nostro cervello a sapere come prendere decisioni immediate?

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.