Innovazione Sociale

La Francia crea un fondo per la disruptive innovation da 13 miliardi di dollari

Francia
0
Traduzione dall’articolo di Jean Baptiste Su, Forbes.

Spera di diventare la prossima Repubblica di Startup.

La Francia sta guadagnando slancio nell’impresa di diventare la prossima grande produttrice di startup tecnologiche. Lo scorso anno, ha superato di gran lunga il Regno Unito nel numero complessivo di operazioni di investimento in startup tecnologiche per la prima volta in cinque anni, sebbene l’ammontare totale di denaro investito nel settore tecnologico nel Regno Unito sia il doppio di quello francese, con le imprese tecnologiche inglesi che attraggono più di $ 4 milioni (quasi il doppio del totale investito nel 2016, nonostante la brexit).

Lunedì, il Ministro della Finanza francese Bruno Le Maire ha dettagliato il finanziamento di 13 milioni di dollari per finanziare le “disruptive technology innovations” in Francia, come annunciato già nella scorsa estate.

Il finanziamento iniziale deriverà dai proventi della vendita delle partecipazioni della Francia nel settore dell’energia Engie e dal costruttore di automobili Renault – per circa $ 2 miliardi – nonché da un “prestito” delle sue partecipazioni nell’altra utility energetica EDF e nel gruppo di difesa Thales, del valore di circa $ 11. miliardi.

Queste ultime azioni saranno infine sostituite con proventi delle vendite di società di proprietà statale, tra cui l’operatore aeroportuale di Parigi (ADP) e la società di giochi di stato La Francaise des Jeux, nonché le sue partecipazioni in oltre 80 altre società (Airbus, Air France, Orange, Safran …) che valgono oltre $ 120 miliardi.

Il fondo sarà gestito da la banca d’investimento pubblica francese Bpifrance, che dovrebbe generare ricavi annui da $ 240 milioni a $ 365 milioni da investire in disruptive technology, oltre ai $ 170 milioni che investe ogni anno in startup tecnologiche.

“Le tecnicità di questo nuovo massiccio fondo per l’innovazione saranno definite nelle prossime settimane”, ha spiegato Romain Serman, responsabile di Bpifrance negli Stati Uniti. “Questa iniziativa è parte di una politica governativa globale volta a promuovere l’innovazione e a riformare l’ambiente aziendale globale per imprenditori in Francia. “

Tuttavia, i 13 miliardi di dollari di capitale iniziale non sono in realtà destinati ad essere investiti – solo il reddito che genera – e rimarranno intatti.

La Francia si muove per proteggere la sua industria tecnologica da acquisizioni straniere

Nel suo discorso, Le Maire ha anche annunciato che aggiungerà intelligenza artificiale (AI) e protezione dei dati all’elenco delle industrie strategiche (difesa, energia, salute, telecomunicazioni, trasporti, acqua) che il governo francese vuole proteggere dalle acquisizioni straniere.

Ha detto che sebbene la Francia sia un paese aperto, “l’apertura non significa saccheggio. Saccheggio delle nostre tecnologie, saccheggio delle nostre competenze, saccheggio dei nostri talenti. “E che” gli investitori stranieri devono sapere che i loro investimenti dovranno ora rispettare serie chiare di regole, che sono state presentate dal presidente francese nel suo ultimo viaggio in Cina “.

 

Fonte originale dell’articolo

You may also like
città
Sviluppare le città del futuro
Dalla distruzione alla conoscenza: vissuti in accoglienza

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.