Cooperazione e Comunità

Parlare di co-housing: abitare e partecipare

parlare di co-housing
0

In risposta alla frammentazione delle diverse realtà sociali, alle questioni urbane che riguardano la frattura tra centro e periferie, all’esodo in corso dai centri storici, alle criticità abitative che stanno toccando molti territori e per cui le risposte offerte in passato non sono più in grado di offrire soluzioni adeguate, o almeno non lo sono più in maniera esaustiva, che sia per difetto delle stesse soluzioni proposte o perché mal realizzate o ancora perché semplicemente sono cambiate, a causa di diversi fattori, alcune esigenze sociali, AgenziaRes propone di considerare la pratica del co-housing come una delle risposte possibili ad alcune delle difficoltà elencate.

Abbiamo già parlato di housing sociale e di co-housing sul nostro blog, prima con una breve introduzione sui due termini, poi descrivendo e raccontando un esempio di intervento specifico: l’esperienza della start-up ABITO. Orientati su questo percorso di ricerca e approfondimento, riteniamo necessario creare un appuntamento di informazione e scambio d’idee, così da poter proseguire il nostro lavoro in maniera più precisa, proponendo di aprire il percorso a contributi esterni. Questo appuntamento sta prendendo la forma di un convegno che propone l’occasione di un confronto riguardo le tematiche e le criticità relative all’housing sociale e il co-housing, sviluppando un discorso in grado di affrontare esigenze e necessità della comunità territoriale, almeno per ciò che riguarda la questione abitativa e la dimensione partecipativa della vita quotidiana.

Il convegno vuole offrire la possibilità di ripensare insieme un alternativo modello di partecipazione, valorizzando le competenze presenti nel territorio e interrogandosi sul ruolo dei cittadini, sulla sussidiarietà, sulla mediazione e sul rapporto fra pubblico e privato, così da promuovere di conseguenza un nuovo e consapevole modello di socialità.

Passando attraverso l’esempio di quelle che possiamo considerare buone pratiche e esperienze riuscite, vogliamo attivare un percorso che ponga le basi per interrogarsi – come collettività e come territorio – sulla gestione condivisa dei beni comuni e provare a costruire una facilitazione per lo sviluppo di progetti di co-housing nel nostro territorio.

Abbiamo individuato principalmente tre passaggi attraverso i quali il percorso può essere strutturato:

  1. Riflessione sulla sharing economy applicata all’abitare, con contributi di tipo accademico e divulgativo;
  2. Raccontare esperienze pratiche di co-housing, ospitando i protagonisti di alcuni progetti di co-housing particolari (ad esempio ABITO, il co-housing Solidaria a Ferrara, Numero Zero a Torino) e coinvolgendo chi partecipa all’attivazione di progetti come fondazioni, amministrazioni locali e facilitatori.
  3. Workshop di progettazione partecipata, per prendersi il tempo e la possibilità di riflettere sulle esigenze della comunità, utilizzando gli strumenti adeguati.

Riteniamo poi di non poter ignorare, parlando di abitare, una riflessione sulle conseguenze del terremoto: i danni delle scosse sismiche nel Centro Italia di agosto e ottobre 2016 hanno evidenziato anche nel nostro territorio come la questione abitativa e il tema di una nuova edilizia, debba essere una priorità, sia per i singoli che per le amministrazioni locali.

You may also like
nuove idee
Nuove Idee di Abitare: un convegno AgenziaRES
Housing sociale e co-housing: nuovi modi di abitare

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage