Cooperazione e Comunità

Crisi al confine con la Polonia: come arrivano i migranti?

migranti

Con diverse migliaia di migranti bloccati lungo il confine tra Polonia e Bielorussia, l’UE sta prendendo provvedimenti contro coloro che, a suo avviso, stanno aiutando i migranti a raggiungere i suoi confini.

Abbiamo esaminato le affermazioni dell’UE sui migranti e il modo in cui stanno arrivando al confine.

Da dove arrivano i migranti?

I dati della forza di frontiera dell’UE, Frontex, mostrano che il principale paese di origine per i migranti rilevati finora quest’anno attraverso le frontiere terrestri orientali del blocco è l’Iraq.

I dati della forza di frontiera dell’UE, Frontex, mostrano che il principale paese di origine per i migranti rilevati finora quest’anno attraverso le frontiere terrestri orientali del blocco è l’Iraq.

migranti

I numeri sono in costante crescita dall’estate e questi sono solo gli attraversamenti rilevati e segnalati a Frontex.

La stragrande maggioranza di loro è arrivata a Minsk, la capitale della Bielorussia, in aereo, e poi ha viaggiato via terra fino ai confini degli stati dell’UE, tra cui Polonia e Lituania.

migranti

Minsk è servita da voli diretti da destinazioni in tutto il Medio Oriente, tra cui Beirut, Dubai e Baghdad.

Minsk è servita da voli diretti da destinazioni in tutto il Medio Oriente, tra cui Beirut, Dubai e Baghdad.

Quali sono le accuse contro la Bielorussia?

La Commissione europea ha accusato la Bielorussia di attirare i migranti a Minsk con la falsa promessa di un facile ingresso nell’UE.

La Commissione europea ha accusato la Bielorussia di attirare i migranti a Minsk con la falsa promessa di un facile ingresso nell’UE.

“All’arrivo vengono spinti verso il confine…” ha detto il portavoce dell’Ue Peter Stano.

Polonia e Lituania accusano da alcuni mesi le autorità bielorusse di aver orchestrato l’arrivo dei migranti.

Un funzionario lituano ha detto alla BBC che, all’inizio di quest’anno, la Bielorussia ha semplificato la procedura di visto per i migranti dall’Iraq per consentire loro di entrare come “turisti”.

Le dichiarazioni dell’UE hanno chiarito che vedono la crisi come un tentativo della Bielorussia di fare pressione sull’UE sulle sanzioni imposte al paese a giugno.

La Bielorussia lo ha negato e ha affermato che sta cercando di rimpatriare i migranti bloccati lungo il confine, ma che molti si sono rifiutati di tornare nei loro paesi d’origine.

La Bielorussia sta incoraggiando i migranti?

In un discorso di giugno in cui denunciava le sanzioni dell’UE contro il suo paese, il presidente della Bielorussia Lukashenko ha lanciato un avvertimento sul non fermare gli aspiranti migranti.

La Bielorussia ora consente anche viaggi senza visto per un soggiorno fino a 30 giorni per i cittadini di 76 paesi, ma non per quelli provenienti dall’Iraq, dall’Afghanistan o dalla Siria.

Sia la Polonia che la Lituania affermano di aver trovato prove sui migranti intercettati che mostrano come le autorità bielorusse li abbiano aiutati a organizzare i loro viaggi.

In precedenza abbiamo riportato come una rete di agenti di viaggio, compagnie aeree e trafficanti sia stata coinvolta nel consentire ai migranti di ottenere visti, lasciare i loro paesi d’origine in Medio Oriente, volare a Minsk e viaggiare verso i confini dell’UE.

Una volta al confine, alcuni migranti hanno raccontato alla BBC come i soldati bielorussi hanno tagliato la recinzione del confine di notte per consentire loro di entrare in Polonia.

I resoconti forniti dai migranti alle ONG che lavorano lungo il confine confermano i resoconti dei media secondo cui le guardie di frontiera bielorusse hanno guidato le persone attraverso le foreste verso il confine.

I video pubblicati dai media bielorussi hanno mostrato le guardie di frontiera bielorusse che guidano i migranti lungo un’autostrada verso una foresta che costeggia il confine con la Polonia.

Un portavoce delle guardie di frontiera bielorusse ha dichiarato all’Associated Press che i migranti stavano cercando di “esercitare il loro diritto di richiedere lo status di rifugiato nell’UE”.

Cosa sta facendo l’Europa?

Con l’aumento della pressione diplomatica dell’UE per cercare di impedire ai migranti di viaggiare in Bielorussia, alcune rotte vengono limitate o chiuse.

L’autorità per l’aviazione civile turca ha affermato che fino a nuovo avviso, i cittadini iracheni, siriani e yemeniti non potranno volare dagli aeroporti turchi alla Bielorussia.

E gli Emirati Arabi Uniti hanno anche vietato a queste nazionalità i voli per Minsk dai suoi aeroporti.

Belavia ha annunciato che non accetterà più cittadini di questi paesi sui suoi voli in partenza dalla Turchia E si dice che stia rafforzando i controlli sui passeggeri per tutti i voli da Dubai.

Aeroflot, che ha voli regolari tra Mosca e Minsk, ha negato che i suoi voli vengano utilizzati dai migranti che cercano di raggiungere la Bielorussia. Una compagnia aerea commerciale che fornisce voli diretti tra la Siria e la Bielorussia, Cham Wings, ha dichiarato di voler sospendere i voli per Minsk.

Cosa succede ai migranti che attraversano?

Il servizio di guardia di frontiera polacca afferma che quest’anno ci sono stati 33.000 tentativi di attraversare il confine illegalmente, di cui 17.000 nel solo ottobre.

Secondo le autorità locali, quest’anno più di 4.200 migranti sono stati fermati mentre attraversavano il confine lituano dalla Bielorussia. Alcuni di quelli che riescono a sopravvivere sono detenuti nei centri di detenzione per migranti.

Ma ci sono rapporti secondo cui alcuni vengono respinti in Bielorussia dalle guardie di frontiera polacche, sebbene il diritto internazionale stabilisca che chiunque cerchi protezione deve avere accesso alla procedura di asilo anche se ha attraversato un confine illegalmente.

L’ONG polacca, Grupa Granica, ha detto alla BBC che i migranti che hanno incontrato avevano detto loro di essere stati respinti dalla Polonia in Bielorussia – e viceversa – più volte.

Il parlamento polacco ha approvato un emendamento che consente alle guardie di frontiera di espellere immediatamente i migranti che attraversano il confine illegalmente, che probabilmente sarà convertito in legge.

Una legge simile è stata approvata in Lituania ad agosto. Da allora a circa 6.800 migranti è stato impedito l’ingresso in Lituania.


Traduzione dell’articolo di Reality Check per BBC News

Fonte originale dell’articolo

Immagine: Michael Gaida per Pixabay

You may also like
riqualificazione
Esperienze di riqualificazione territoriale
parole
Il potere delle parole

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.