Comunicazione Sociale

L’Housing First per le donne significa “safety first”.

housing

In questo articolo, mi concentro principalmente sulle donne che sono emarginate in molti aspetti della loro vita e il fatto di essere senzatetto è solo una parte dell’emarginazione. L’ispirazione per questo articolo si basa sulla pubblicazione Kohti kotia ja turvaa che è stata rilasciata dal progetto NEA Securing Housing for Women nel 2020.

I senzatetto sono diminuiti in Finlandia di anno in anno e il lancio di Housing First come programma nazionale per porre fine ai senzatetto è stato particolarmente importante per raggiungere questo obiettivo. Ma allo stesso tempo, è aumentata la percentuale di donne senzatetto. Mentre dieci anni fa, 1 senzatetto su 5 era donna, ora oltre il 25% della popolazione senzatetto in Finlandia sono donne. Questo è stato uno dei motivi per cui il progetto Securing Housing for Women di NEA è stato avviato nel 2018.

L’obiettivo principale del progetto NEA Securing Housing for Women è quello di porre fine alla condizione di senzatetto delle donne e per poter raggiungere questo obiettivo è necessaria una forte cooperazione tra le organizzazioni che lavorano nel settore dei senzatetto e nei settori specifici delle donne.

Nel progetto NEA Securing Housing for Women, il co-lavoro è stato svolto da professionisti con conoscenza ed esperienza di senzatetto, abuso di sostanze, salute mentale, violenza e lavoro familiare. Anche i lavoratori con esperienza vissuta hanno avuto un ruolo significativo nell’assicurare che le voci degli utenti del servizio venissero ascoltate.

E cosa abbiamo scoperto finora? Non da ultimo, posso dire che con il progetto NEA Securing Housing for Women siamo stati in grado di chiarire che c’è bisogno di sensibilità di genere nel settore dei senzatetto e per poter porre fine alla condizione di senzatetto dobbiamo assicurarci che vengano soddisfatte le esigenze dei diversi generi. Quindi, se vogliamo porre fine alla condizione di senzatetto delle donne e vogliamo utilizzare l’Housing First come strumento per raggiungere tale obiettivo, dobbiamo scoprire i bisogni specifici delle donne senzatetto e adattare i nostri servizi sulla base di questi risultati.

È importante iniziare comprendendo che non esiste una sola categoria di donne senzatetto.

Ci sono alcuni fattori specifici per le donne che dovrebbero essere presi in considerazione durante la pianificazione e l’esecuzione di servizi per le donne senza fissa dimora. Alcune donne hanno bisogno solo di un appartamento, mentre altre hanno esigenze multiple che richiedono tipi di supporto più diversificati.

Per essere in grado di comprendere e svolgere un lavoro specifico per le donne nel settore dei senzatetto, le persone che lavorano con le donne senzatetto devono comprendere le esigenze molto diverse di queste donne, nonché le loro storie di vita e le situazioni in cui vivono al momento.

Comune per le donne senzatetto è che i loro problemi sono spesso collegati in qualche modo alle loro relazioni intime. Potrebbero aver perso la casa a causa di un partner violento o qualcuno vicino a loro ha rubato i soldi dell’affitto. Si vergognano e si sentono stigmatizzate. Si vergognano di aver perso la casa o che i loro figli siano stati presi in custodia. Anche le donne senzatetto subiscono molto spesso violenze o abusi. Potrebbero fuggire dagli abusi domestici e poi subire ulteriori abusi per le strade perché sono una minoranza e spesso il gruppo più vulnerabile tra i senzatetto. Il sistema di servizi può anche essere organizzato in modo tale che le donne senza fissa dimora non si sentano al sicuro nel cercare aiuto attraverso i servizi registrati, o non trovino l’aiuto che stanno cercando in linea con i loro bisogni. Un’altra domanda è come una donna senzatetto può prendersi cura della sua femminilità e igiene mentre vive per strada.

Queste molteplici esperienze di violenza possono spesso esporre a un trauma. Le donne senzatetto possono essere traumatizzate a molti livelli a causa del loro status di emarginazione nel campo delle senzatetto. Questo circolo vizioso porta a varie esigenze di supporto e mancanza di fiducia nei confronti delle altre persone e della società, compreso il supporto offerto.

Quando si pianificano servizi adeguati e soluzioni abitative per le donne senzatetto, l’attenzione deve essere posta sulla creazione di sicurezza.

Forse l’ Housing First potremmo chiamarlo Safety First per le donne! E per sicurezza intendiamo sicurezza sia fisica che psicologica. Avere un ambiente sicuro per le donne senza fissa dimora può significare, ad esempio, offrire spazi riservati alle donne o tempi di servizio destinati solo alle donne. Quando si sostengono le donne senzatetto, la chiave per far sentire le donne al sicuro è trascorrere del tempo con loro e costruire lentamente un rapporto di fiducia soddisfacendo le loro molteplici esigenze.

I lavoratori con un vissuto possono essere estremamente utili quando si costruiscono relazioni con gli utenti del servizio. Potrebbero trovarsi in una posizione migliore per acquisire fiducia con gli utenti del servizio condividendo esperienze comuni di senzatetto. Quando si ospitano donne senzatetto, è necessario dedicare del tempo anche a scoprire dove e come possono sentirsi al sicuro. Per prevenire la condizione di senzatetto e supportare le donne nel mantenimento della propria casa, il lavoro di sostegno deve concentrarsi sull’aiutarle a sentirsi a casa, aiutarle a stabilirsi in un luogo sicuro – sotto forma di appartamento o casa – dove possono sentirsi sicure e a proprio agio.

L’Housing First ha davvero sviluppato il lavoro con i senzatetto e molte persone ora hanno un posto che possono chiamare casa. Ma per far funzionare ancora meglio l’ Housing First, è importante includere il lavoro specifico per le donne e creare nuove soluzioni abitative, soprattutto aumentando la disponibilità di servizi che soddisfino le esigenze delle donne. Richiede ai lavoratori di comprendere le molteplici esigenze delle donne, le loro esperienze traumatiche e i sentimenti di vergogna e colpa. Richiede anche un’ampia comprensione dei ruoli e dello status delle donne nella società e del tipo di supporto di cui le donne hanno bisogno per sentirsi al sicuro.

Le relazioni sociali hanno un ruolo significativo nel lavoro specifico con le donne, anche nel settore dei senzatetto. Questo può essere eticamente molto impegnativo ed emotivamente stancante per gli operatori di supporto. Ecco perché è importante avere a loro disposizione una consulenza regolare e altri supporti.

Comprendendo i loro bisogni specifici e dando alle donne sostegno in modo che le renda più forti e le faccia sentire al sicuro, possiamo supportare meglio le donne nel loro viaggio dalla condizione di senzatetto alla ricerca di una casa permanente.


Traduzione dell’articolo di Palvi Azeem per Housing First Europe

Fonte originale dell’articolo

Immagine: Photo by Eric Ward on Unsplash

You may also like
Recovery Fund
Il successo del Recovery fund dell’UE dipenderà da missioni audaci
social
L’era dei social media antisociali

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.