Comunicazione Sociale

Cinque segni di una persona altamente intelligente

intelligente

Valutare accuratamente l’acutezza mentale di qualcuno è una life skill preziosa.

Esistono ragioni importanti per valutare l’intelligenza di una persona. Ad esempio, se ti stanno dando dei consigli, durante un colloquio di lavoro o una comunicazione, è utile sapere con chi stai lavorando e interagendo. Molti dei migliori manager sono bravissimi nel leggere chi hanno davanti.

Se stai cercando un modo univoco e a colpo sicuro per determinare l’acume di qualcuno, puoi smettere di leggere ora. […]Questo è un esercizio di sfumature. Perché all’interno delle sfumature trovi la maggior parte delle risposte.

Praticano l’umiltà intellettuale

Ho lavorato nella finanza e per lo più lo odiavo. Tuttavia, uno dei pochi vantaggi erano le persone. L’industria attrae gente e ha bisogno di persone intelligenti. Di conseguenza, l’assunzione di candidati idonei ci impone di capirli rapidamente. Il colloquio è complicato perché tutti danno il massimo e cercano di sembrare intelligenti.

Un manager ci ha insegnato un trucco: fare una domanda a cui il candidato non saprà rispondere. Quindi, osservare come si comporta. Un ottimo segno è quando sanno semplicemente ammettere di non sapere, piuttosto che fingere e forzare una risposta.

Questa ammissione è un segno di umiltà intellettuale, che è correlata a un migliore processo decisionale. Ciò è particolarmente utile in un settore afflitto dall’arroganza. Le persone intellettualmente umili sfidano le loro conclusioni sulla base di prove e riscontri degli altri. Come esempio esemplificativo, ti diranno: “Da quello che ho visto, potrebbe essere vero”, piuttosto che “È assolutamente vero”. Tengono le loro osservazioni aperte alla critica. Per loro è più importante la verità rispetto all’ego.

I segnali evidenti sono spesso una valida fonte di informazioni

Ad esempio, le persone che rifiutano la distanza sociale tendono ad essere meno intelligenti. Le persone che leggono nel tempo libero sono più intelligenti di quelle che non lo fanno.

Molti anni fa lavoravo in un negozio di vendita al dettaglio di attrezzature sportive usate. Un bambino di 10 anni è entrato per comprare un casco da baseball. Gli ho detto il prezzo. Sollevò l’elmo, lo guardò, poi si voltò di nuovo verso di me: “Puoi farmi un piccolo sconto? Voglio dire, guarda queste ammaccature. ” Ha indicato le ammaccature. Ho sorriso e gli ho fatto uno sconto.

Quando se n’è andato, ho pensato: “Quel ragazzo se la caverà benissimo da grande”. Essere furbo, arrangiarsi e pensare velocemente è correlato all’intelligenza. In effetti, gli scienziati di Yale hanno scoperto che l’arte di arrangiarsi è importante per i dipendenti tanto quanto la loro intelligenza accademica. Più chiaramente, puoi essere uno studente mediocre, con un grande senso per l’arrangiarsi, e continuare ad avere molto successo.

Sono Meta, letteralmente

C’è una nuova frase popolare, “È così meta”. Meta significa che qualcosa è autoreferenziale. Ad esempio, un articolo di Medium che riguarda articoli di medium è meta. Un videogioco in cui interpreti un personaggio che gioca a un videogioco è meta. The Onion ha notoriamente applicato questo concetto a “World of World of Warcraft”.

In relazione a questo, le persone intelligenti spesso mostrano metacognizione. Parlano e analizzano il proprio processo di pensiero. Sono obiettivi e criticano la loro natura. Sanno quando e come si comportano al meglio. Un semplice esempio di meta-comportamento è quando qualcuno dice: “Devo metterlo sul mio calendario o non riuscirò a ricordarlo”. Non sorprende che le persone con un’elevata metacognizione siano spesso ottimi studenti e dipendenti. Sfruttano la loro autoconsapevolezza a proprio vantaggio.

Sanno cosa ha ucciso il gatto

Le persone intelligenti tendono ad essere curiose. Hanno voglia di saperne di più, di approfondire i dettagli, solo per il gusto di sapere. Dopotutto, è così che impariamo, giusto?

La curiosità è un indicatore dell’intelligenza anche negli altri animali. Ad esempio, c’è stato uno studio che ha coinvolto tre scimpanzé addestrati al linguaggio. Il loro compito era usare una tastiera per nominare il cibo che era all’interno di un contenitore irraggiungibile. Il premio era il cibo. Quando il cibo del test era visibile, hanno semplicemente premuto il pulsante corretto e hanno preso il cibo. Quando il cibo è stato nascosto tra i vari contenitori, gli scimpanzé più intelligenti hanno ispezionato e hanno cercato di sbirciare all’interno dei contenitori prima di dare le loro risposte. Sapevano che le probabilità di vincere erano più alte se avessero imparato di più.

Questo studio sugli scimpanzé è un esempio basilare, ma rivela il potere della ricerca di informazioni (curiosità). E non dimenticare che condividiamo il 98,8% del nostro DNA con gli scimpanzé. Gli scimpanzé più intelligenti si misurano in base alla loro capacità di apprendere pazientemente e risolvere i problemi. Suona familiare?

Il più forte indicatore di intelligenza

Decenni fa, mio padre era un laureando in ingegneria presso l’Accademia Navale. Non fa molto spesso complimenti alle altre persone. Ci vuole molto per impressionarlo. Ma uno dei suoi compagni di stanza, Charlie era un compagno di classe speciale.

Frequentavano entrambi un corso di ingegneria industriale. Era il corso più difficile che avesse mai seguito. Mio padre ha detto che sarebbero dovuti tornati in stanza. Studiava per ore mentre Charlie studiava solo 20 minuti e poi suonava con la sua chitarra. Nonostante questo quel compagno di stanza aveva voti migliori dei suoi, che era abbastanza brillante, e lo infastidiva a non finire. Quel compagno di stanza è diventato un professore universitario.

Al centro pulsante dell’intelligenza c’è la capacità di semplificare problemi complessi e risolverli, come faceva Charlie. Spesso questa abilità è genetica. Le persone stesse non sanno come lo fanno. Ma è un’abilità che può essere sviluppata. Un professore di fisica una volta mi ha detto: “Un grosso problema è solo un insieme di piccoli problemi. Impara a separarli. ” È tutta una questione di approccio.

Conclusione e lasciti

La società ha attribuito un’enorme priorità all’intelligenza. Spesso sentiamo la pressione di essere intelligenti e apprezzare coloro che lo sono. Non dimenticare mai il valore della gentilezza e del rispetto. Ogni persona ha la propria combinazione di abilità e doni e dovrebbe essere rispettata come tale.

Ricorda, al di fuori di un test fornito da uno psicologo, non esiste un modo reale per misurare l’intelligenza in una fonte di dati. Ma se fanno queste cinque cose, ci sono ottime possibilità che siano abbastanza intelligenti.

  1. Dimostrano curiosità, vogliono avere più informazioni.
  2. Sanno ammettere apertamente quando non sanno qualcosa. Conoscono e operano entro i propri limiti.
  3. Possono abbattere problemi complessi e arrivare direttamente a una soluzione.
  4. Hanno un’acuta consapevolezza del proprio processo di pensiero. Lo criticano e lo capiscono. Usano quella conoscenza a loro vantaggio.
  5. Mostrano evidenti segni di intelligenza. Pensano velocemente su due piedi e hanno consapevolezza della situazione. Indossano una maschera durante una pandemia.

Traduzione dell’articolo di Sean Kernan per Medium

Fonte originale dell’articolo

Immagine: vettore creata da freepik – it.freepik.com

You may also like
disoccupazione
La disoccupazione è il più grande rischio mondiale, dicono i leader aziendali
persone
Tra tecnologie e persone. Quando l’autonomia è sinonimo di libertà per gli anziani

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.