Comunicazione Sociale

13 cose che le persone mentalmente forti non fanno

Intelligenza emotiva
0

Traduzione dall’articolo di Travis Bradberry per il World Economic Forum

Tutti raggiungiamo dei punti critici nelle nostre vite in cui viene testata la nostra forza mentale. Potrebbe essere un amico tossico o un collega, un lavoro senza sbocchi o una relazione difficile. Qualunque sia la sfida, devi vedere le cose sotto una nuova luce e intraprendere un’azione decisiva se vuoi uscirne con successo.

Sembra facile, ma non lo è.

È affascinante vedere come le persone mentalmente forti si distinguano dalla massa. Dove gli altri vedono barriere impenetrabili, loro vedono sfide da superare.

Troppe persone credono all’erronea convinzione che la forza mentale provenga da tratti naturali e non accessibili che appartengono solo a pochi fortunati. È facile cadere preda di questo malinteso. In realtà, la forza mentale è sotto il tuo controllo, ed è una questione di intelligenza emotiva (EQ).

Quando è apparsa per la prima volta alle masse, l’intelligenza emotiva è servita come l’anello mancante in una constatazione particolare: le persone con QI medio superano quelle con il QI più alto il 70% delle volte. Questa anomalia ha creato un enorme strappo nell’ipotesi diffusa che il QI sia la fonte più importante di successo.

Decenni di ricerche ora indicano che l’EQ è il fattore critico che distingue gli attori famosi dal resto del gruppo. La connessione è così forte che il 90% dei top performer ha un indice di Intelligenza Emotiva alto.

L’intelligenza emotiva è quel “qualcosa” in ognuno di noi che è un po’ intangibile. Si riferisce al modo in cui gestiamo il comportamento, navighiamo le complessità sociali e prendiamo decisioni personali per ottenere risultati positivi.

Nonostante il significato di EQ, la sua natura intangibile rende molto difficile sapere quanto ne hai e cosa puoi fare per migliorarlo se ti manca. Puoi sempre fare un test scientificamente validato, come quello che viene fornito con il libro Emotional Intelligence 2.0.

Sfortunatamente, i test di qualità (scientificamente validi) dell’EQ non sono gratuiti, quindi ho analizzato i dati provenienti da milioni di persone che TalentSmart ha testato per identificare quei comportamenti che sono i tratti distintivi di un EQ alto. Questi dati mostrano che ciò che non fai è tanto importante quanto ciò che fai, quando si tratta di Intelligenza Emotiva.

La bellezza dell’EQ è che è un’abilità flessibile che puoi facilmente migliorare con lo sforzo. Assolutamente chiunque può migliorare il proprio EQ emulando le abitudini delle persone emotivamente intelligenti. Se sei pronto, inizia con queste criticità che le persone emotivamente intelligenti sono attente ad evitare. Evitano consapevolmente questi comportamenti perché sono allettanti e facili da adottare se non si fa attenzione.

Non rimangono nella loro zona di comfort. La consapevolezza di sé è il fondamento dell’Intelligenza Emozionale e aumentare la consapevolezza di sé non è comodo. Non puoi aumentare il tuo EQ senza spingerti a scoprire su cosa devi lavorare e cosa dovresti fare in modo diverso. Questo è difficile perché quando guardi veramente te stesso, non ti piacerà tutto ciò che vedi. È più comodo tenere i paraocchi, ma non ti assicurano un EQ alto.

Non si arrendono alla paura. Dicono che il coraggio è essere spaventato a morte per fare qualcosa, ma farla comunque. Molte volte, è vero, anche quando si tratta della tua carriera. La paura non deve venire da qualcosa di estremo come precipitarsi in un edificio in fiamme; può essere la paura di parlare in pubblico o di uscire per provare una promozione. Se usi la paura come scusa per non fare qualcosa, hai già perso. Non è che le persone intelligenti dal punto di vista emotivo non abbiano paura: si limitano a riprendersi e combattere a prescindere dalla paura.

Non smettono di credere in sé stessi. Le persone emotivamente intelligenti continuano a perseverare. Non si arrendono di fronte al fallimento e non si arrendono perché sono stanchi o a disagio. Sono concentrati sui loro obiettivi, non sui sentimenti momentanei, e questo li fa andare avanti anche quando le cose sono difficili. Non dicono che uno sbaglio li rende dei falliti. Allo stesso modo, non lasciano che le opinioni degli altri impediscano loro di rincorrere i loro sogni. Quando qualcuno dice “Non sarai mai in grado di farlo”, lo considerano l’opinione di una persona, che è tutto ciò che è.

Non implorano per avere attenzione. Le persone che chiedono attenzione sono bisognose. Si affidano all’attenzione data delle altre persone per formare la propria identità. Alle persone emotivamente intelligenti non potrebbe importare di meno dell’attenzione. Fanno ciò che vogliono e ciò che deve essere fatto, indipendentemente dal fatto che qualcuno accarezzi il loro ego.

Non si comportano come cretini. Le persone che si comportano come cretini sono infelici e insicuri. Si comportano come cretini perché non hanno la forza emotiva per essere gentili quando non ne hanno voglia. Le persone emotivamente intelligenti attribuiscono un valore elevato alle loro relazioni, il che significa che trattano tutti con rispetto, indipendentemente dal tipo di umore in cui si trovano.

Non portano rancore. Le emozioni negative che derivano dall’avere un rancore sono in realtà una risposta allo stress. Tenersi aggrappati a questo stress provoca il caos sul tuo corpo e può avere conseguenze devastanti per la salute nel tempo. I ricercatori della Emory University hanno dimostrato che il mantenimento dello stress contribuisce all’ipertensione e alle malattie cardiache. Trattenere un rancore significa che stai trattenendo lo stress, e le persone emotivamente intelligenti sanno che devono evitarlo a tutti i costi.

Non frequentano persone negative. Le persone negative sono cattive influenze perché si crogiolano nei loro problemi e non riescono a concentrarsi sulle soluzioni. Vogliono che le persone si uniscano alla loro festa di pietà in modo che possano sentirsi meglio con sé stessi. Le persone spesso sentono la pressione nell’ascoltare le persone negative perché non vogliono essere viste come insensibili o maleducate, ma c’è una linea sottile tra prestare un orecchio comprensivo a qualcuno e farsi risucchiare nella loro spirale emotiva negativa. Le persone emotivamente intelligenti evitano di essere coinvolte ponendo dei limiti e prendendo le distanze dalle persone negative quando necessario. Pensala in questo modo: se una persona fumasse, ti siederesti tutto il pomeriggio ad inalare il fumo passivo? Ti allontaneresti, quindi dovresti fare lo stesso con le persone negative.

Non si autocommiserano. Ecco la cosa peggiore dell’autocommiserazione, oltre a essere noioso, ovviamente: sposta la tua posizione di controllo al di fuori di te stesso. Sentirsi dispiaciuto per te stesso è, in sostanza, dichiarare di essere una vittima indifesa delle circostanze. Le persone emotivamente intelligenti non si sentono mai dispiaciute per sé stesse perché ciò significherebbe rinunciare al loro potere.

Non si sentono autorizzati. Le persone emotivamente intelligenti credono che il mondo sia una meritocrazia e che le sole cose che meritano siano quelle che guadagnano. Le persone che mancano di EQ spesso si sentono autorizzate. Pensano che il mondo debba loro qualcosa. Di nuovo, si tratta di luogo di controllo. Le persone emotivamente intelligenti sanno che solo loro sono responsabili dei loro successi o fallimenti.

Non chiudono le loro menti. Quando le persone chiudono le loro menti a nuove informazioni o opinioni, in genere è perché si sentono in pericolo. Pensano che ammettere che qualcun altro ha ragione significa che si sbagliano, e questo è molto scomodo per le persone che mancano di Intelligenza Emotiva. Le persone emotivamente intelligenti non si sentono minacciate da cose nuove; sono aperti a nuove informazioni e nuove idee, anche se significa ammettere di avere torto.

Non lasciano che nessuno limiti la loro gioia. Quando il tuo senso di piacere e soddisfazione deriva dal confronto con te stesso, non sei più il padrone della tua stessa felicità. Quando le persone emotivamente intelligenti si sentono bene con qualcosa che hanno fatto, non lasciano che le opinioni o le conquiste di qualcuno tolgano loro il piacere dei loro traguardi. Mentre è impossibile disattivare le tue reazioni a ciò che gli altri pensano di te, non devi confrontarti con gli altri, e puoi sempre prendere le opinioni delle persone con un pizzico di sale. In questo modo, indipendentemente da quello che pensano o fanno le altre persone, la tua autostima viene da dentro. Indipendentemente da ciò che la gente pensa di te in un determinato momento, una cosa è certa: non sei mai così buono o cattivo come dicono di essere.

Non vengono divorati dalla gelosia e dall’invidia. Le persone emotivamente intelligenti capiscono che la felicità e il successo degli altri non toglie nulla al loro, così la gelosia e l’invidia non sono un problema per loro. Vedono il successo come un’offerta illimitata, così possono celebrare i successi degli altri.

Non vivono nel passato. Il fallimento può erodere la tua autostima e rendere difficile credere che otterrai un risultato migliore in futuro. Il più delle volte, il fallimento risulta dal prendere rischi e cercare di ottenere cose che non sono facili. Le persone emotivamente intelligenti sanno che il successo risiede nella loro capacità di crescere di fronte al fallimento, e non possono farlo se vivono nel passato. Qualunque cosa valga la pena ottenere richiederà il tuo prendere alcuni rischi, e non puoi permettere al fallimento di impedirti di credere nella tua capacità di successo. Quando vivi nel passato, è esattamente ciò che accade: il tuo passato diventa il tuo presente e ti impedisce di andare avanti.

Ricapitolando

Migliorare la tua intelligenza emotiva è la sola cosa importante che puoi fare per far progredire la tua carriera. La buona notizia è che puoi farlo accadere con un po’ di determinazione, impegno e un buon modello da seguire.

Fonte originale dell’articolo

You may also like
acqua
5 cose che devi sapere sull’ acqua
Sharing economy. I concetti base e la sfida del Terzo settore

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.